Comfort Food/ Crostate/ Primavera/ Re-Cake

Crostata al cioccolato fondente e lamponi di Ottolenghi

Lamponi, i rovi del Monte Ida (Rubus Idae), si narra venissero colti da Afrodite per essere donati ai suoi amanti.
Crescono lungo i canaloni di vecchie frane e i letti dei torrenti, sono frutti eroici,
come quelle storie d’amore che durano nonostante le avversità.

Lamponi.
Ormai non so più nemmeno dire da quanto tempo non ne mangiavo uno.
Forse 3, forse 4 o forse 5 anni…e dire che era un frutto che adoravo, ma poi non li ho più toccati.
Certo, mangiarli da soli, così come si fa con le ciliegie, era difficile a causa della loro asprezza, ma il connubio lamponi-cioccolato era invece qualcosa di divino. Rendevano gentile e vellutato il cioccolato fondente, mentre stemperavano l’eccessiva dolcezza del cioccolato al latte o bianco, insomma erano un abbinamento sempre perfetto.

Un po’ per i lamponi e un po’ per il cioccolato, la ReCake di questo mese non potevo proprio farmela sfuggire! Si tratta di una Crostata al cioccolato e confettura di lamponi, una vera meraviglia di Yotam Ottolenghi. La base è un semplice guscio di frolla, che viene riempito da un sottile strato di confettura ai lamponi e anice stellato, e da una voluttuosa crema al cioccolato. Non lasciatevi spaventare dalle dosi di cioccolato e burro della ricetta, prepararla ne varrà assolutamente la pena, così come un piccolo strappo alla dieta, anche perchè la crostata non risulta affatto pesante e untuosa, grazie all’acidità dei lamponi, sia nella confettura, sia freschi che potete usare come decorazione. In più, io ho voluto aggiungere qua e là dei ciuffetti di creme fraiche, per aumentare ancora il contrasto dolce-acido.

Ingredienti per uno stampo 30×10

Per la base di frolla
300 g di farina 0
1 tuorlo
180 g di burro freddo
60 g di zucchero a velo
30 ml di acqua fredda
1 pizzico di sale

Per la confettura ai lamponi
200 g di lamponi freschi
60 g di zucchero semolato
2 stelle di anice stellato

Per il ripieno al cioccolato
100 g di cioccolato fondente
200 g di cioccolato al latte
200 g di burro
2 tuorli
2 uova intere
60 g di zucchero semolato

Per decorare
Creme fraiche
Mascarpone
Lamponi freschi
Foglioline di menta

Procedimento

  • Preparate la base: Nel mixer della planetaria unite la farina, lo zucchero, il sale, il burro freddo tagliato a cubetti, il tuorlo d’uovo e l’acqua. Azionate il mixer e impastate fino ad ottenere una palla di impasto.
  • Formate una palla di impasto, appiattitela e avvolgetela nella pellicola, poi fatela riposare in frigo per 60 minuti.
  • Trascorso il tempo, tirate fuori dal frigo la frolla e stendetela tra due fogli di carta da forno, ad uno spessore di 2/3 mm.
  • Foderate la tortiera con la frolla, facendola ben aderire al fondo e ai bordi, poi tagliate l’eccesso che sporge dai bordi, quindi mettete lo stampo in frigo per almeno 40 minuti.
  • Preparate la confettura: In un pentolino unite i lamponi, lo zucchero e l’anice stellato. Fate sobbollire il tutto per 10/15 minuti, schiacciando i lamponi con un cucchiaio di legno, poi togliete il pentolino dal fuoco e fate raffreddare la confettura.
  • Cuocete la frolla: Preriscaldate il forno a 160°. Tirate fuori dal frigo lo stampo, ricopritelo con la carta da forno e riempitelo di legumi secchi o riso per effettuare la cottura in bianco.
  • Cuocete la frolla per 30 minuti, poi rimuovete la carta da forno e i legumi e proseguite la cottura per altri 15 minuti – nel frattempo preparate il ripieno.
  • Preparate il ripieno: Sciogliete a bagno maria il cioccolato con il burro.
  • In una ciotola montate le uova, i tuorli e lo zucchero, fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso, poi unitevi il cioccolato fuso con il burro, lentamente e continuando a montare il tutto.
  • Assemblare la crostata: terminata la cottura in bianco della crostata, versate la confettura nel guscio di frolla e livellatelo bene, poi ricoprite con la crema al cioccolato fino al bordo della frolla.
  • Cuocete a 160° per 25 minuti – il centro non dovrà più essere tremolante.
  • Una volta cotta, tiratela fuori dal forno e fatela raffreddare completamente prima a temperatura ambiente e poi in frigo.
  • Decorate la crostata a vostro piacimento.

Note: Ho seguito la ricetta proposta da Alessandra, che trovate qua, senza modifiche, se non le dosi dello zucchero nella frolla.

You Might Also Like

1 Comment

  • Reply
    tizi
    12 aprile 2018 at 10:54

    esito a provare questa ricetta perchè secondo me è pericolosa… son sicura che rischierei davvero di non fermarmi a una sola fetta ma di divorarla tutta in un giorno solo! a te è venuta proprio bella, l’hai decorata in modo elegante e molto primaverile!
    complimenti cara, un abbraccio!

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.