Dolci da credenza/ Senza uova/ Viaggi e Cucina

Merende comfort food: Torta umida al cacao e mascarpone

“Ma quindi ti cosa ti cucini quando ti vuoi fare una coccola?” Sono due settimane che mi frullano in testa la parole di Sara, una ragazza che fa parte delle Bloggalline conosciuta quando abbiamo fatto un mini raduno a Bologna. Le persone spesso rimangono a bocca aperta quando elenco la quantità di cibi che non posso mangiare a causa delle mille allergie, e devo dire che lei con la sua domanda ha colto nel segno. Le sue parole mi hanno fatto pensare al sottotitolo del mio blog, il fatto che il cibo dovrebbe essere una medicina, non solo per il corpo ma anche per l’anima, il famosissimo soul food. Incredibilmente le sue parole mi hanno toccata più di tante altre e per la prima volta, dopo due anni, ho cucinato per me una torta al cioccolato…e l’ho anche mangiata, di gusto!

IMG_4041-683x1024
Ma non era una torta al cioccolato qualsiasi, viene dalla Svezia e ha un nome veramente buffo e un po’ impronunciabile: Kladdkaka. Ma che bisogno c’era di andare fino alla Svezia per una torta al cioccolato? C’era! Per partecipare al contest “Benvenuti a Villa Villacolle” di Elisa – Il fior di cappero e Enrica – Coccola Time. Il contest si basa sul romanzo di Pippi Calzelunghe e sul libro di Elisabetta Tiveron “Pippi Calzelunghe piccola grande cuoca – Comfort food in salsa svedese”. Dal blog di Elisa: “In Pippi (come afferma la Tiveron) il cibo è una presenza costante… oltre che nell’atto di essere consumato, compare in metafore, esempi e citazioni e tutto porta sempre e, comunque, allo stare bene, ad accudire gli altri e se stessa, una forma pura di cucino-terapia, di cibo per l’anima (soul food). Benessere, atmosfera, calore, morbidezza, sicurezza e tanta allegria, ecco cosa trovano Annika e Tommy a Villa Villancolle. In due sole parole: COMFORT FOOD!!”

IMG_40156-1024x683

La Kladdkaka è una torta al cacao, morbida e umida; assomiglia alla nostra torta Tenerina, ma prevede il cacao al posto del cioccolato – in realtà ne esistono mille varianti diverse. Alla ricetta originale ho apportato solo una modifica: via le uova, e al loro posto il mascarpone – affrontiamo un’allergia per volta.

Kladdkaka: Torta umida al cacao e mascarpone

IMG_4043-683x1024

Ingredienti per una tortiera da 22 cm:
150 g di zucchero di canna integrale
250 g di farina 0
50 gr di cacao amaro
1 pizzico di sale
250 g di mascarpone
1 bicchiere latte a temperatura ambiente
1 bustina di lievito

IMG_4050-1024x683

Procedimento: scaldate il latte in un pentolino fino a sfiorare bollore. Nel frattempo pesate e riunite in una ciotola il cacao in polvere, lo zucchero e un pizzico di sale, aggiungete il latte caldo e mescolate energicamente con la frusta. Pian piano amalgamate la farina e il lievito setacciati e in ultimo il mascarpone, fino a ottenere un impasto omogeneo. Imburrate e infarinate con il cacao in polvere uno tortiera da 22 cm, versateci l’impasto e cuocetelo in forno preriscaldato a 180° per circa 40 minuti. Quando sarà finito il tempo fate la prova stecchino prima di togliere la torta dal forno. Fate raffreddare la torta nello stampo e poi sformatela su un piatto e se vi piace spolverizzatela con tanto zucchero a velo. Alla presentazione ho voluto aggiungere tante caramelle fatte con la carta stagnola, residui degli incarti dei cioccolatini del calendario dell’avvento.

IMG_4044-1024x683

Con questa ricetta partecipo al contest “Benvenuti a Villa Villacolle” di Coccola Time e Il fior di cappero

banner-2014-300x300

You Might Also Like

9 Comments

  • Reply
    coccolatime
    6 febbraio 2015 at 17:12

    mamma mia questa torta è la coccola in persona…umida e accattivante…è una ricetta per rendere omaggio davvero al cibo dell’anima…grazie per aver partecipato e complimenti

    • Reply
      lacilieginasullatortaci
      6 febbraio 2015 at 17:57

      E’ stato un vero piacere partecipare e condividere una parte di me con voi!
      Chiara

  • Reply
    elisa
    8 febbraio 2015 at 21:39

    se non è una cura per l’anima questa torta qui… assolutamente confortevole, senza dubbio!
    Grazie di avercela regalata al nostro contest!
    ciao
    elisa

    • Reply
      lacilieginasullatortaci
      9 febbraio 2015 at 9:46

      Tira su il morale in ogni occasione! E poi è comfort anche nella rapidità della preparazione! Ciao,
      Chiara

  • Reply
    Sara
    10 febbraio 2015 at 22:33

    Chieretta questo post mi emoziona e mi commuove allo stesso tempo!
    quel pomeriggio ti ho ascoltata raccontare le tue mille intolleranze sbigottita, nn solo dall’enorme quantità di cibo che sei costretta ad evitare ma dalla tua calma, pazienza e tenacia nel portare avanti questa “croce” facendola passare ai ns occhi come “tollerabile”!
    sei una ragazza speciale e nn smetterò mai di dirlo: sei un mito x me!!

    ma poi alla fine cm è andata alla prova assaggio?? hai avuto conseguenze importanti in termini di reazioni allergiche??

    Ti mando un bacio enorme cara Chiara…e a prestissimo

    • Reply
      lacilieginasullatortaci
      10 febbraio 2015 at 22:46

      Grazie a te, e a tutte voi che mi avete ascoltata raccontare, e mi avete fatto sentire lo stesso una persona normale.
      E poi nessuna reazione, è stato tutto perfetto…solo non devo esagerare!
      Un super bacio, a presto presto!

  • Reply
    paola
    11 febbraio 2015 at 22:16

    è una vera delizia,complimenti

    • Reply
      lacilieginasullatortaci
      11 febbraio 2015 at 22:42

      Grazie mille Paola!!!

  • Reply
    Lebkuchen: biscotti speziati ricoperti al cioccolato
    3 marzo 2015 at 16:05

    […] come conclusione del loro contest Benvenuti a Villa Villacolle a cui ho partecipato con la mia Torta umida al cacao e mascarpone. Ora vi chiederete cosa centra una giornata in distilleria con i Lebkuchen, biscotti speziati e […]

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.