Colazione/ Senza istamina/ Senza uova/ Viaggi e Cucina

La Chandeleur: Crêpes al caramello salato e scaglie di cioccolato con panna montata – senza uova

Se non vuoi avere il grano nero come il carbone, mangia le crêpes alla Candelora
– detto popolare –

Tutti conoscono le crêpes, ma forse pochi di voi sanno che oggi, giorno della festa della Candelora, diventano il piatto principe delle tavole francesi. La parola francese crêpe deriva dal latino cripus, che vuol dire arricciato; infatti sono delle cialde sottili e morbide che una volta cotte hanno i bordi tutti arricciati, come le balze di una gonna. In Francia hanno un significato di amicizia e alleanza, soprattutto nella giornata della Candelora, in quanto venivano preparate dai coltivatori per i propri padroni. Sono anche un simbolo di buon auspicio per il raccolto dell’anno successivo, in quanto i primi di febbraio iniziavano le semine dell’inverno e con la farina avanzata dall’anno precedente si preparavano le crêpe.

IMG_39685-1024x683

La mia proposta sono delle semplicissime crêpe dolci accompagnate con una generosa dose di caramello al burro salato (giusto per rimanere in tema con la Francia), e scaglie di cioccolato. Una particolarità dell’impasto è che, andando contro la tradizione, non contiene uova e quindi risulta più leggero e friabile – ricetta dell’impasto presa da Valentina. Il consiglio è di fare la salsa al caramello salato la sera prima, oppure nell’oretta in cui l’impasto riposa.

Crêpes al caramello salato e scaglie di cioccolato – senza uova

Ingredienti per circa 10 crepes:
120 gr di farina
75 gr di acqua
195 gr di latte
1 e ½ cucchiai di olio evo
2 cucchiai di zucchero di canna integrale
olio d’oliva

Per il caramello al burro salato:
80 gr di zucchero
40 gr di burro salato
70 ml di panna liquida
3 pizzichi di Fior di sale

IMG_39727-1024x683

Per il caramello salato: Ho messo lo zucchero in un pentolino dal fondo spesso e l’ho fatto sciogliere a fuoco medio-basso, senza mescolarlo, fino a che non sarà diventato di un bel colore ambrato chiaro – occhio perchè ci vuole un niente prima che passi da ambrato chiaro a bruciato… Nel frattempo in un altro padellino, ho scaldato la panna fino a che non arriva ad ebollizione. Quando lo zucchero si sarà completamente sciolto ho tolto il pentolino dal fuoco e ci ho versato poco alla volta la panna calda, mescolando con energia – attenzione perchè potrebbe schizzare. N.B: è molto importante che la panna sia ben calda perchè altrimenti lo shock termico farà cristallizzare lo zucchero. Una volta incorporata tutta la panna ho aggiunto il burro e il sale marino (io purtroppo in casa non avevo il fior di sale bretone e ho utilizzato quello delle saline sarde), continuando a mescolare fino a ottenere un caramello liscio e cremoso. Mettetelo in un contenitore in frigo finchè non si addensa leggeremente.

Per le crepes: in una ciotola setacciate la farina e lo zucchero, aggiungete il latte, l’olio e l’acqua tiepida mescolando molto bene con una frusta per ottenere una pastella liscia e senza grumi. Coprite la ciotola con la pellicola e lasciatela riposare in frigo per un’oretta. Trascorso il tempo ungete una padella con un filo d’olio e versate un mestolo di composto. Fate cuocere per circa 2 minuti , poi con una spatola girate la crêpe e fate cuocere per altri 2 minuti. Impiattatele, spalmate una generosa dose di caramello al burro salato e qualche scaglia di cioccolato…buon appetito!

N.B: la tradizione prevedeva di far saltare la crêpe con la mano destra, tenendo una moneta d’oro nella mano sinistra, per assicurarsi un anno di prosperità.

 

 

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply
    paola
    2 Febbraio 2015 at 21:03

    complimenti senza le uova,sono stupende,da fare,felice sera

    • Reply
      lacilieginasullatortaci
      2 Febbraio 2015 at 21:40

      Grazie mille! Buona serata anche a te

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.