Colazione/ Re-Cake/ Senza istamina/ Senza uova

Treccia dolce con la marmellata di mirtilli

Di solito non preparo dolci lievitati. Ho avuto qualche insuccesso, per cui piuttosto che abbattermi ogni volta che non riescono tendo ad evitarli. O almeno succedeva così fino al mio Panettone brioche – il risultato è stato eccezionale, dopo ogni lievitazione mi sentivo sempre più soddisfatta mentre lo riponevo sotto i panni, al calduccio per un altro pisolino. Quando poi l’ho cotto e sfornato saltellavo per la gioia: da un impasto piccolo piccolo era venuto fuori un bellissimo panettone, profumatissimo e con la cupolotta lucente di zucchero carmellato. Questo successo mi ha spinta a sperimentare nuovamente i dolci lievitati, a partire dalla Treccia con la marmellata, la prima ReCake in assoluta che Sara, Elisa, Sara, Silvia e Silvietta proposero quando lanciarono la grande avventura che è diventata parte integrante della mia cucina una volta al mese e della mia vita praticamente tutte le settimane.

È un dolcino ideale per la colazione, come un panino con la marmellata già composto: in quelle mattine di assoluta pigrizia in cui prepararsi la colazione è un dramma arrivi in cucina e la trovi là, già farcita, pronta solo da essere addentata. In fondo al post troverete come al solito la locandina creata dalle ragazze, mentre qua di seguito c’è la mia versione della ricetta: ho scelto la marmellata di mirtilli perché è la mia preferita, oltre a essere l’unica che mangio a causa delle mie allergie; inoltre ho aumentato leggermente la dose di latte caldo perché ho eliminato le uova. In più ho scelto di fare tante mini trecce piuttosto che una unica e grandissima.

IMG_34721-1024x682

Treccia dolce con la marmellata di mirtilli

Ingredienti:
1 panetto di lievito di birra fresco
60 ml di acqua tiepida
55 gr + 20 gr di zucchero di canna integrale
85 gr di burro morbido (che sarà poi diviso in due momenti)
90 ml di latte caldo
1 cucchiaino di sale fino
350 gr di farina 0
marmellata di mirtilli q.b. – circa 200 gr

IMG_37266-1024x701

Procedimento: partite sciogliendo il lievito nell’acqua tiepida. Nel frattempo in una ciotola unite 55 gr di zucchero, 55 gr di burro morbido, il latte caldo, il sale e la farina, aggiungete l’acqua con il lievito e impastate fino a ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Quando l’avrete ottenuto formate una palla e lasciatelo riposare in una ciotola leggermente unta con un filo d’olio e coperta da un canovaccio umido. Perché lievitasse in un posto protetto dagli spifferi io ho messo la ciotola in forno, con la lucina accesa. L’impasto deve raddoppiare il suo volume e ci vorranno circa 2 ore.

Trascorso il tempo di lievitazione infarinate leggermente il piano di lavoro e ho steso l’impasto con il mattarello cercando di ottenere un rettangolo – lo spessore dell’impasto è circa 5 mm. Sciogliete il burro e spalmatelo sopra il rettangolo. Quindi spalmatevi la marmellata (tenendovi distanti dal bordo di almeno 2 cm) e spolverizzate con un paio di cucchiai di zucchero. Iniziate ora a formare un rotolo partendo dal lato più lungo. State strettini quando fate i giri. Terminato l’arrotolamento con un coltello ben affilato partendo da una estremità, tagliatelo quindi in due e formare una treccia. Cercate di tenere la parte dell’impasto tagliata verso l’altro, questo per creare un bel gioco di rilievi che si formerà in cottura. È normale se esce un po’ di marmellata. Adagiate la vostra treccia su una teglia rivestita di carta forno e fate lievitare nel forno spento (ma con la luce accesa) per circa 45 minuti. Terminato il tempo estraete la teglia dal forno, accendetelo a 180° e quando sarà arrivato a temperatura infornate la teglia per circa 25 minuti – la treccia deve diventare di un bel colore dorato. Fatela raffreddare leggermente e abbuffatevi. Io ho scelto di fare delle treccine quindi dopo aver fatto il rotolo, prima di tagliarlo per il lungo e intrecciarlo, l’ho tagliato in porzioni lunghe circa 10 cm – per il resto il procedimento e il tempo di cottura sono gli stessi.

1376995_374049162728282_719836212_n

 

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply
    Ileana
    23 Gennaio 2015 at 8:53

    Bravissimissima Chiara!

    • Reply
      lacilieginasullatortaci
      23 Gennaio 2015 at 14:34

      Tutto merito vostro! <3

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.