Senza istamina/ Senza uova

Castagnole di Carnevale con panna montata

« Finito Carnevale, finito amore
finito il far la pacchia da signore
finito il setacciar farina in fiore
finito il mangiare castagnole »
– proverbio marchigiano –

IMG_39507-1024x683

Le castagnole sono un dolce tipico del Carnevale in Emilia-Romagna, Marche e in molte altre regioni d’Italia. Si tratta di palline di pasta lievitata dolce che vengono poi fritte e rotolate nello zucchero semolato o a velo, in base al gusto personale. Ne esistono poi due varianti: una prevede un ripieno di crema pasticcera o panna e una invece senza ripieno. Io le ho volute provare entrambe, e sinceramente quelle con la panna vincono nettamente sulle altre…
e dire che fino a un mese fa qualsiasi cosa prevedesse più di 10 minuti di lievitazione non veniva neanche lontanamente considerata da me…ma da quando ho scoperto la bellezza di un impasto che cresce – grazie al Panettone e alla Treccia con la marmellata – farei lievitati tutti i giorni

Castagnole di Carnevale con panna montata – senza uova

IMG_39607-1024x683

Ingredienti per il roux:
30 gr di burro
50 ml di latte
50 gr di farina 0
1 pizzico di sale

Per l’impasto:
150 gr di farina 0
30 gr di zucchero
80 ml di latte intero tiepido
5 gr di lievito di birra fresco
un cucchiaino di sciroppo d’acero

olio d’oliva
zucchero
150 ml di panna montata

IMG_39527-1024x683

Procedimento: per il roux mettete in un pentolino il latte, il burro e un pizzico di sale; quando il burro sarà sciolto e il composto avrà sfiorato il bollore aggiungete la farina in un solo colpo e mescolate energicamente per un minuto. Spegnete poi il fuoco e lasciate intiepidire. In una tazza fate sciogliere il lievito fresco nel latte tiepido con un cucchiaio di zucchero; quando sarà del tutto sciolto aggiungete lo sciroppo d’acero. Sulla spianatoia formate una fontana con la farina e lo zucchero, versate pian piano il latte con il lievito e iniziate a impastare. Continuate aggiungendo alternativamente il roux intiepidito e il latte con lievito, impastate energicamente e quando avrete ottenuto un impasto omogeneo e liscio mettetelo in una ciotola unta con un filo d’olio e fatelo lievitare nel forno spento ma con la lucina accesa, coperto con un panno di cotone umido per circa 4 ore. Trascorso il tempo riprendete l’impasto, lavoratelo brevemente e formate delle palline piccole piccole. Disponetele su un foglio di carte da forno ben distanti tra di loro e lasciatele lievitare nuovamente finchè avranno raddoppiato il volume. Friggetele in abbondante olio caldo e quando saranno belle dorate scolatele, passatele in un foglio di carta assorbente e rotolatele nello zucchero semolato. Alcune poi le ho tagliate a metà e farcite con un ciuffo di panna montata. I cannoli invece li ho ottenuti facendo un vermicello con parte dell’impasto, l’ho schiacciato con le dita e l’ho avvolto attorno a uno stampino per cannoli, li ho fritti direttamente avvolti allo stampo e aspettato che fossero raffreddati per estrarre lo stampino e farcirli con tanta panna montata zuccherata.

IMG_39547-1024x683

 

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.