Salate/ Senza istamina/ Senza uova/ Viaggi e Cucina

Piccoli Wonton con salsiccia e mele

Esistono numerose spiegazioni del perchè New York si chiami la Grande Mela, ma la mia preferita è quella che deriva dalla tradizione jazz degli anni ’30 e ’40: i musicisti jazz dopo essersi esibiti nei locali di Manhattan ricevevano come compenso una grande mela rossa. Ecco allora che suonare la propria musica a New York, per un jazzista era come raggiungere il massimo del successo: suonavano nella Grande Mela. Credo che nella vita ognuno di noi abbia metaforicamente una o più Grandi Mele, che non per forza si deve incarnare con la più alta aspirazione lavorativa. Partecipare a un contest di cucina organizzato da alcune tra le eccellenze che rappresentano la cucina italiana è come una Grande Mela per me. Mi sembra incredibile aver trovato il coraggio di proporre una mia ricetta assieme a quelle di tantissime brave foodblogger.

IMG_2949

Per questo piatto a base di mele ho voluto prendere spunto un pò da questa esperienza e un pò dai miei ricordi ed esperienze di vita: i piccoli wonton richiamano l’Oriente – una mia grande passione e che ho visitato più volte da bambina; il loro guscio di pasta racchiude un golosissimo ripieno come fosse la Grande Mela che finalmente si ottiene: salsiccia, mele, verza e salsa di soia si amalgamano in un delizioso connubio agrodolce che ci catapulta in un viaggio pieno di ricordi. Piccola precisazione: per le mele ho scelto la varietà Campanina, tipica delle mie parti (provincia di Modena). Sono mele piccoline, molto succose e con una spiccata acidità. Le ho trovate davvero perfette in abbinamento con la salsiccia…provare per credere!

Piccoli wonton con salsiccia e mele

IMG_2948

Ingredienti per la pasta:
250 gr di farina 0
2 cucchiai di olio di oliva
150 ml di acqua tiepida
1 cucchiaino di sale

Procedimento: Ho sciolto innanzitutto il sale nell’acqua tiepida, e ho poi aggiunto l’olio. Ho messo sulla spianatoia la farina a fontana e ho versato l’acqua mista ad olio. Questo procedimento è meglio farlo con poco liquido alla volta, avendo cura che venga assorbito tutto dall’impasto prima di aggiungerne altro, in modo da evitare un impasto troppo molle. Una volta che tutto il liquido sarà stato assorbito ho lavorato bene e con parecchia energia l’impasto fino a ottenere una palla liscia e soffice. Ho avvolto la palla nella pellicola e l’ho lasciata riposare in frigo per circa un’oretta. Mentre la pasta riposa mi sono dedicata alla preparazione del ripieno – ricordate che avrà anche bisogno di raffreddarsi prima di essere usato per farcire i wonton. Trascorsa un’ora ho tirato l’impasto fuori dal frigo e l’ho lavorato di nuovo energicamente per circa 10/15 minuti. La consistenza dell’impasto deve’essere come quella della pasta fatta in casa. Ho infarinato per bene la spianatoia e con un mattarello tirato la pasta molto sottile, circa 2 mm. Una volta che  raggiunto lo spessore ho coppato la pasta con un coppapasta tondo e ho farcito i dischi ottenuti.

Ingredienti per il ripieno:
1 cipolla bionda piccola
140 gr di mele Campanine (sbucciate e detorsolate – sono circa 5 mele Campanine)
175 gr di salsiccia arrotolata
75 gr di verza (pulita e senza costa centrale)
2 cucchiai di olio EVO
salsa di soia q.b.
1 pizzico di sale

Procedimento: Per prima cosa ho lavato, sbucciato e tolto il torsolo delle mele; le ho poi tagliate a cubetti circa di 1 cm e le ho messe in una ciotola con dell’acqua fredda e due gocce di succo di limone in modo che non si ossidino.
Ho poi lavato ed eliminato la costa centrale del cespo di verza; ne ho pesati 75 gr e li ho tagliati a striscioline spesse circa 1 cm. Per la salsiccia ho scelto quella senza aromi, visto che tanto si sarebbe insaporita durante la preparazione; ho eliminato il budello e sgranato la salsiccia in briciole.
Per ultimo ho sbucciato una cipolla, l’ho tagliata finemente e l’ho messa a rosolare in padella con circa 2 cucchiai d’olio EVO. Quando la cipolla è diventata bella dorata ho aggiunto la verza e lasciato stufare per circa 10 minuti a fuoco medio-basso, mescolando di tanto in tanto. Dopo che la verza si è stufata l’ho salata leggermente – proprio un pizzichino visto che dopo avrei sfumato con la salsa di soia; e ho aggiunto le briciole di salsiccia sgranate, avendo cura che i due ingredienti si amalgamassero per bene. Quando la salsiccia è quasi del tutto cotta ho alzato leggermente la fiamma e aggiunto due cucchiai circa di salsa di soia. In ultimo ho aggiunto le mele, mentre la salsa di soia sta sfumando, ma mescolando molto delicatamente per evitare che la mela si spappoli.
Il ripieno deve essere ben cotto, perchè la cottura a vapore servirà più che altro per cuocere la pasta dei wonton.
Io ho scelto di non far evaporare tutta la salsa di soia/acqua rilasciata dalle verdure – ma è principalmente un mio gusto personale.

IMG_2939

Fare i wonton: Prima di dilungarmi nella preparazione del ripieno vi avevo lasciato a pasta già tirata e coppata, dunque riprendiamo da lì. Ho tirato la pasta, circa a 2 mm di spessore, e ho ritagliato tanti dischetti con un coppapasta rotondo. Quando il ripieno si è raffreddato ne ho messo un cucchiaio scarso al centro di ogni dischetto – la quantità di ripieno varia in base alla dimensione dei vostri dischetti. Ho ripiegato i dischetti in modo che i bordi coincidessero e li ho pizzicati cercando di replicare al meglio le famose pieghe viste così tante volte al ristorante cinese – non è che proprio mi siano venuti come quelli tipici, ma io sono molto orgogliosa del risultato

Cottura: La cottura l’ho fatta al vapore, ma non con il classico cestello di bambù della tradizione cinese; ho usato la vaporiera: Ho riempito il cestello d’acqua per 3/4, ho messo i wonton nei vari ripiani – non sovrapponete i wonton, piuttosto fate più cotture – ho impilato i ripiani, chiuso con il coperchio e fatto cuocere per 15 minuti.
Quando è suonato il timer ho spento la vaporiera, tolto i wonton, li ho impattati e conditi con salsa di soia!!!

IMG_2947

Il risultato è stato a dir poco strepitoso!!!! La mela si sposava alla perfezione con la salsiccia e la salsa di soia…
è stato come portare un pò di casa in Oriente.

E visto il successo che i wonton hanno avuto,
con questa ricetta, partecipo al contest : “TUTTOMELE”
in collaborazione con UIR, UNIONE ITALIANA RISTORATORI E SAPORIE.
e le Bloggalline

TUTTOMELE

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.